Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Filter by Custom Post Type
Ricerca avanzata

Colpi di scena

La rivoluzione del Quarantotto a Venezia

di

Share
Condividi

Come in una sceneggiatura, il volume prende in esame le giornate che nel marzo 1848 portarono alla resa del Governo austriaco a Venezia, mettendo in evidenza, attraverso cambi di scena, i diversi punti di vista dei testimoni. La prima parte racconta gli avvenimenti dal 17 al 23 marzo 1848, sottolineando l’importanza delle passioni – in questo caso fratellanza e fiducia nel futuro – nelle mobilitazioni politiche. La seconda parte fa luce su alcune situazioni che si vennero a creare con la nascita del nuovo Governo provvisorio della Repubblica veneta: in che modo la polizia superò i cambiamenti politici, le procedure nei confronti degli stranieri, i processi di definizione della mascolinità. Lo sguardo si espande qui dal 1848 all’intero periodo rivoluzionario, a volte risalendo anche ai decenni precedenti. Nell’intermezzo tra i due “atti”, Brunello discute gli interrogativi che hanno orientato le sue decennali ricerche d’archivio su personaggi ed eventi del Quarantotto veneziano. In particolare, in che senso si possa parlare di “rivoluzione” per vicende contrassegnate, in ultima analisi, dalla sostanziale continuità degli apparati statali.

Il volume ha vinto ex aequo con Silvano Fornasa il premio Brunacci 2018 di Monselice, sezione Premio Sigillum Monsilicis destinato a uno studioso della storia e cultura veneta.

Recensione di Michele Nani in «il manifesto», 28 dicembre 2018

  • Anno: 2018
  • Formato: 15 x 21 cm
  • Pagine: 440
  • Illustrazioni: in bianco e nero
  • Rilegatura: brossura
  • ISBN: 9788883149429
  • Prezzo: 18,00 €