Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Ricerca avanzata

I signori del terrore

Polizia nazista e persecuzione antiebraica in Italia (1943-1945)

a cura di

Share
Condividi

Durante l’occupazione dell’Italia nel 1943-45, l’esercito e la polizia nazista si macchiarono di crimini contro l’umanità quali stragi di civili, rastrellamenti e deportazioni di avversari politici ed ebrei. Verona, con l’attivazione dell’ufficio del capo della Polizia di sicurezza e del Servizio di sicurezza (Befehlshaber der Sicherheitspolizei und des SD, BdS), divenne la sede di una parte fondamentale dell’apparato poliziesco nazista. I documenti di tale ufficio vennero distrutti, tuttavia si sono conservate fonti sparse presso archivi tedeschi, italiani, inglesi e russi. Questo lavoro collettivo analizza molteplici aspetti dell’attività del BdS: le considerazioni del SD sugli ebrei in Italia prima del 1943; la struttura e l’attività dell’apparato di Verona; i percorsi biografici dei dirigenti e l’ufficio antiebraico; la deportazione degli ebrei da Roma ad Auschwitz con tappa a Verona; il rapporto con i fascisti locali; il trattamento degli agenti da parte degli Alleati; l’esempio dell’Außenkommando di Roma, subordinato al BdS e responsabile della strage delle Fosse Ardeatine; il coinvolgimento di agenti tedeschi nel caso Ciano e il film Il processo di Verona di Lizzani.

Con scritti di: Kilian Bartikowski, Sara Berger, Yael Calò, Roberto D’Angeli, Olinto Domenichini, Damiano Garofalo, Carlo Gentile, Lutz Klinkhammer, Amedeo Osti Guerrazzi, Libera Picchianti, Carlo Saletti, Lia Toaff, Stephen Tyas.

  • Anno: 2016
  • Formato: 15x21 cm
  • Pagine: 256
  • Rilegatura: brossura cucita con alette
  • ISBN: 9788883147999
  • Prezzo: 16 €