Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Ricerca avanzata

Il villano gentiluomo

ovvero il Conte de le Ave

di

Share
Condividi

Cosa sarebbe accaduto se un contadino del Cinquecento avesse deciso di tentare l’ascesa so­ciale e farsi gentiluomo per riconquistare la sua donna? Il gioco teatrale che scaturisce da tale ipotesi inscena l’incontro-scontro di figure appartenenti a realtà culturali differenti: quella “bassa”, schietta nel fare e nel dire, del mondo popolare e contadino, e quella “alta”, fondata sull’artifizio e la convenevolezza, del mondo aristocratico-nobiliare. La sequenza di situazioni che scandiscono la formazione del “villano” rivela l’incomponibile contrasto tra le diverse culture e l’assoluta estraneità della mentalità contadina ai valori cavallereschi della guerra e dell’onore. La letteratura maccheronica e pavana e la tradizione del teatro comico popolare da un lato, Sannazaro, Bembo, Castiglione e Della Casa dall’altro, sono le fonti principali su cui è condotta la ricostruzione di ambienti e personaggi. Messo in scena per la prima volta a Verona nell’estate del 1998 per la regia di Roberto Puliero, Il villano gentiluomo ovvero El Conte de le Ave è stato tra i maggiori successi della compagnia “La Barcaccia”, con più di cento rappresentazioni.

  • Formato: 13x21 cm
  • Pagine: 114
  • Rilegatura: brossura cucita
  • ISBN: 9788883145476
  • Prezzo: 10 €