Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Ricerca avanzata

«Le ricerche hanno dato esito negativo»

I “giusti” della Questura e le persecuzioni razziali a Verona, 1943-1945

di

Prefazione di Stefano Biguzzi

Share
Condividi

Quando venne costituita la Repubblica sociale italiana, alla fine del settembre 1943, la comunità ebraica veronese contava circa trecento membri, i quali, a seguito delle disposizioni emanate dal nuovo governo fascista, avrebbero dovuto essere riuniti in un campo di concentramento provinciale, ad eccezione di alcune categorie quali gli ultrasettantenni e i componenti di matrimonio misto. L’internamento nel campo costituiva la prima tappa di un percorso che si sarebbe concluso nelle camere a gas dei lager nazisti. Fu questo il destino di 34 ebrei residenti nel Veronese: uomini, donne e bambini. La grande maggioranza riuscì però a sottrarsi all’arresto e ad avere salva la vita, nonostante che a Verona si fosse installata la centrale nazista per la deportazione degli ebrei dall’Italia. L’alto numero dei “salvati” dipese da molteplici fattori, ma inedite carte d’archivio documentano che a Verona furono in particolare alcuni commissari e sottufficiali della Questura a favorire gli ebrei perseguitati. Il libro racconta la storia di questi uomini giusti, che mettendo se stessi in grave pericolo scelsero di disobbedire alle leggi dello Stato per servire i principi dell’etica.

In coedizione con l’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea.

—> Guarda il servizio di Paolo Colombatti su Rai 3 – Tgr Veneto, 26 gennaio 2021

—> Guarda il servizio di TGVerona – Telenuovo, 26 gennaio 2021

—> Guarda il servizio di Telearena, 26 gennaio 2021

Recensione di Alessandro Tortato su «Corriere del Veneto», 17 gennaio 2021

Intervista di Andrea Penna a Olinto Domenichini su Rai Radio 3 Suite, 21 gennaio 2021 (dal min. 14.30)

Recensione di Maria Vittoria Adami su «L’Arena», 22 gennaio 2021

Lettera di Guariente Guarienti a «L’Arena», 23 gennaio 2021

Recensione di Raffaele Liucci su «Il Sole 24 Ore», 24 gennaio 2021

Articolo di Maria Vittoria Adami su «L’Arena», 25 gennaio 2021

Intervista di Maria Vittoria Adami a Paola Sena su «L’Arena», 27 gennaio 2021

Recensione di Giuseppe Anti su «Verona In», 27 gennaio 2021

Segnalazione su «Primaverona», 27 gennaio 2021

Articolo su «L’Arena», 28 gennaio 2021

Articolo su «Corriere del Veneto», 28 gennaio 2021

Segnalazione su «Verona fedele», 31 gennaio 2021

Articolo su «L’Arena», 5 febbraio 2021

Recensione di Michele Vespasiano su «Quotidiano del Sud», 7 febbraio 2021

Articolo di Maria Vittoria Adami su «L’Arena», 9 febbraio 2021

Recensione di Antonio Mazzei su «Verona fedele», 14 febbraio 2021

Recensione di Alberto Cavaglion su «Moked. Il portale dell’ebraismo italiano»,  24 febbraio 2021

Recensione di Alberto Cavaglion su «Pagine ebraiche», marzo 2021

Articolo di Maria Vittoria Adami su «Verona fedele», 25 aprile 2021

  • Anno: 2021
  • Formato: 15 x 21 cm
  • Pagine: 144
  • Illustrazioni: in bianco e nero
  • Rilegatura: brossura
  • ISBN: 9788855200875
  • Prezzo: 14,00 €