Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Ricerca avanzata

L’esangue invasore venuto da oriente

Il colera nell’Istria nordoccidentale (1830-1890)

di

Share
Condividi

La monografia prende in esame le epidemie di colera che colpirono le città dell’Istria nordoccidentale e Trieste con i rispettivi circondari, in chiave principalmente storico-sociale con rimandi agli aspetti demografici e di storia della medicina. L’intento è quello di fornire un quadro il più completo e organico possibile del fenomeno del colera così come vissuto dalla popolazione istriana, prendendo in considerazione una molteplicità di punti di vista legati al contesto sociale, ambientale, cetuale e persino etnico. Il pensiero medico del tempo, e con esso anche il dibattito sviluppatosi sulla questione della contagiosità o meno del colera, influì in modo determinante sulle misure di prevenzione anticolerica e in parte anche su quelle terapeutiche. Anche l’immagine stessa del colera restituita dal contesto socio-culturale cambiò profondamente nel corso dell’Ottocento: dal colera quale conseguenza di esalazioni mefitiche, se non già malattia legata alla moralità personale, si passò infatti al colera dei poveri e, di rimando, al colera dell’immondizia, fino a concepirlo, a partire dalla scoperta del Vibrio cholerae da parte di Koch (1883), come un fenomeno batteriologico.

  • Anno: 2021
  • Formato: 15 x 21 cm
  • Pagine: 432
  • Illustrazioni: in bianco e nero
  • Rilegatura: brossura
  • ISBN: 9788855200967
  • Prezzo: 16,00 €