Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Ricerca avanzata

Vajont: genocidio di poveri

di

Share
Condividi

L’Aquila, 23 settembre 1969. L’avvocato trentino Sandro Canestrini, patrono nel collegio di difesa della parte civile, pronuncia la propria arringa al processo che vede imputati i maggiori responsabili della strage del Vajont, tra cui personalità di spicco del mondo politico e industriale. Ma questa arringa in breve si trasforma in un vero e proprio inno contro la cieca tecnicizzazione che invade il mondo moderno, e una durissima accusa (sulle orme del “maestro” Zola) alla logica del potere e del “progresso”, che da sempre vede soccombere chi invece di questo progresso dovrebbe beneficiare.

«… Di fronte a una tradizione nazionale che tende sempre a far dimenticare, ricordare la tragedia del 9 ottobre 1963 perde ogni possibile definizione di mesto anniversario, per assumere fortemente quella rivoluzionaria. Anche la ristampa degli atti di allora è tutta un grido: non dimenticheremo MAI.»

L’avvocato del Vajont, un incontro per il 50° dell’arringa a L’Aquila, «L’Amico del popolo», 18 settembre 2019

  • Anno: 2003
  • Formato: 12 x 20 cm
  • Pagine: 128
  • Illustrazioni: in bianco e nero
  • Rilegatura: brossura
  • ISBN: 9788883142093
  • Prezzo: 11,50 €