Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Ricerca avanzata

1919-2019. Riforme elettorali e rivolgimenti politici in Italia

a cura di ,

Share
Condividi

Il sistema elettorale italiano fu radicalmente modificato dopo la Prima guerra mondiale. Venne abbandonato il maggioritario e introdotto il proporzionale con scrutinio di lista. Il risultato fu che le elezioni del 1919 sconvolsero la composizione del Parlamento: vinsero i socialisti e i popolari, e furono messi in minoranza i liberali, che dopo l’Unificazione avevano sempre governato il Paese. Più di metà dei deputati eletti entrò per la prima volta alla Camera e fra questi ci fu Giacomo Matteotti. La crisi che ne derivò, dato che i due partiti vincitori non trovarono l’accordo per governare insieme, unita alle drammatiche difficoltà del dopoguerra, portò progressivamente al collasso delle istituzioni da cui uscì vincitore il fascismo. Su quel decisivo passaggio della storia italiana, in occasione del centenario della legge che varò la riforma, la Casa Museo Giacomo Matteotti ha organizzato un convegno di studi del quale questo volume raccoglie gli atti, utili a meglio comprendere non solo il passato ma anche il nostro presente, dato che la riforma del sistema elettorale, con l’alternativa fra maggioritario e proporzionale, rimane al centro del dibattito politico attuale.

In coedizione con Casa Museo Giacomo Matteotti.

  • Anno: 2020
  • Formato: 15 x 21
  • Pagine: 144
  • Illustrazioni: in bianco e nero
  • Rilegatura: brossura
  • ISBN: 9788855200714
  • Prezzo: 14,00 €